Newsletter

Iscriviti alla newsletter

(inserisci la tua e-mail)

PARTNERS

FIMPST SIMERNET SIMREG
Pneumonet ha ottenuto la prestigiosa certificazione HON Code!
Pneumonet ha ottenuto la prestigiosa certificazione HON Code!
Verifica qui!

Home : Editoriali : Eventi

World No Tobacco Day

Data aggiornamento: 17/05/2011

31 maggio 2011
world no tobacco day

Spegnere una sigaretta, un gesto semplice. Basta impedirne la combustione ed il gioco è fatto. Un gesto usuale per i fumatori ripetuto più volte nella stessa giornata.

Ma spegnere la sigaretta per sempre, è così facile? A volte l’aggiunta di due semplici parole ad una frase ne sconvolge il senso, ne marca la difficoltà, ne muta il valore, innesta un diversissimo processo di "significazione".
Ma un’azione che costa sacrificio però può avere un valore enorme per la nostra vita e per quella di coloro che ci sono vicini.

Quest'anno, oltre 5 milioni di persone moriranno, a causa del tabacco, per un attacco cardiaco, ictus, cancro, malattia ai polmoni o altre patologie legate al consumo ripetuto di nicotina. Tale stima non include le 600.000 persone (più di un quarto bambini) che morirà a causa del fumo passivo. Questo bilancio potrebbe salire a 8 milioni entro il 2030. Un’epidemia, quella del consumo di tabacco, che dopo aver ucciso 100 milioni di persone nel corso del 20 ° secolo, potrebbe causare il decesso di 1.000 milioni di persone nel 21° secolo.

Riflettere su questi dati diventa importante ed anche doveroso se consideriamo l’appuntamento a cui è chiamato il mondo 31 maggio: la Giornata Mondiale senza tabacco, indetta nel 1987 e promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Il tema scelto per quest’anno è: "The WHO Framework Convention on Tobacco Control" ovvero "La Convenzione Quadro dell’OMS sul Controllo del Tabacco".

Questo è il primo trattato negoziato sotto l’egida dell’Oms per il controllo del consumo di tabacco. Rappresenta un successo nella promozione della salute pubblica in quanto, in vigore solo dal 2005, è stato già condiviso da oltre 170 Paesi. L’idea di base su quale si fonda questo documento è "quella di garantire alla persone il più alto standard di salute possibile offrendo, a tal fine, nuove dimensioni giuridiche per la cooperazione nel controllo del consumo di tabacco".

In Italia il "World no tobacco day" si svolgerà presso l’Istituto Superiore di Sanità e vedrà l’organizzazione di un convegno dal titolo "Tabagismo e Servizio Sanitario Nazionale", alla sua XIII edizione. Ivi si sottolineerà l’importanza complessiva della Convenzione Quadro sul Controllo del Tabacco, per incoraggiare i Paesi aderenti ad ottemperare agli obblighi previsti e per promuovere il ruolo essenziale della Conferenza delle Parti e dell’OMS nel sostenere gli sforzi dei Paesi per soddisfare tali obblighi. La Conferenza delle Parti è l’organo centrale del trattato e organo di governo. Inoltre sempre il 31 maggio verrà presentato il rapporto annuale sul fumo 2010 realizzato dall’Osservatorio Fumo Alcol e Droga (OSSFAD).

Durante l’evento si metteranno in evidenza i rischi sanitari connessi all'uso di tabacco e l’attivarsi di politiche efficaci per ridurne i consumi. L'uso del tabacco è la seconda causa di morte a livello globale (dopo ipertensione) e attualmente è responsabile della morte di 1 su 10 adulti in tutto il mondo.

Dalla Convenzione Quadro dell’OMS sul Controllo del Tabacco emergono per i Paesi aderenti alcuni obblighi che mirano a proteggere le politiche di sanità pubblica da interessi commerciali e di altro tipo dell'industria del tabacco, ad adottare iniziative per ridurre la domanda di tabacco, proteggere le persone dall’esposizione, regolare il contenuto dei prodotti, il confezionamento e l'etichettatura, informando sui rischi a cui si va incontro fumando, norme per il divieto di pubblicità del tabacco, promozione e sponsorizzazione, l’attivare iniziative in grado di offrire aiuto per porre fine alla dipendenza dal tabacco, il divieto di vendita e da parte dei minori.

A cura della Redazione di Pneumonet

Torna Su
Spedisci questa pagina ad un amico    Apri questa pagina in versione stampabile