Newsletter

Iscriviti alla newsletter

(inserisci la tua e-mail)

PARTNERS

FIMPST SIMERNET SIMREG
Pneumonet ha ottenuto la prestigiosa certificazione HON Code!
Pneumonet ha ottenuto la prestigiosa certificazione HON Code!
Verifica qui!

Home : Editoriali

Saturimetria

Data aggiornamento: 27/02/2008
A cura del Dott. Renato Testi

Cos'è la saturimetria

Pneumonet - Editoriale sulla SaturimetriaSi può stare alcuni giorni senza mangiare,... qualche giorno in meno senza bere, ma non si può stare più di qualche minuto senza respirare... La vita è impossibile senza ossigeno!

L’apparato respiratorio ha la funzione di garantire la respirazione, cioè consentire un efficace scambio dei gas; permettendo all’ossigeno (O2), contenuto nell’aria inspirata di raggiungere il sangue per essere trasportato in tutte le cellule e alla anidride carbonica (CO2) di essere trasportata all’esterno del nostro organismo: un vero e proprio scambio gassoso che avviene nella porzione distale dell’apparato respiratorio, gli alveoli polmonari, e il sangue capillare che scorre accanto alla membrana alveolare.

Quasi tutti i processi che presiedono al metabolismo cellulare necessitano dell’O2 per il loro espletamento. Il compito di trasportare l’ossigeno dai polmoni a tutto l’organismo è affidato alla emoglobina.

La misurazione della saturazione di ossigeno (SaO2), o saturimetria, nei pazienti è un utile strumento per valutare patologie che comportano alterazioni degli scambi gassosi. Il saturimetro permette di individuare possibili ipossiemie prima che il problema cardiopolmonare sia clinicamente evidente.

La saturimetria è un esame che misura la saturazione dell’ossigeno del sangue senza necessità di prelievo ematico. Fornisce quindi un parametro importantissimo di ossigenazione del sangue che può essere misurato estemporaneamente, nel corso di esercizio fisico o durante una intera giornata mentre vengono svolte le comuni attività applicando un apposito apparecchio (saturimetro o pulsiossimetro) alla estremità di un dito della mano.

I valori normali di saturazione di O2 sono compresi fra 96 – 98%.

  • Valori compresi fra 93 e 95% sono indicativi di possibili problemi di ossigenazione.

  • Valori uguali o inferiori a 92% sono indicativi di ossigenazione insufficiente e sono da confermare con emogasanalisi (EGA), cioè con un prelievo di sangue arterioso.
  • Valori inferiori a 88% sono indicativi di ossigenazione sicuramente insufficiente. E’ necessario eseguire una emogasanalisi (EGA).
Torna Su
Spedisci questa pagina ad un amico    Apri questa pagina in versione stampabile